Sezioni - Museo Diocesano di Nicotera

Vai ai contenuti

Menu principale:

Sezioni

Visita il museo > Biblioteca
 
La Biblioteca è suddivisa in due Sezioni: Storica e Corrente.

 
La sezione Storica. è costituita da  cinquecentine e da volumi che vanno dal XVII l XIX secolo cosi suddivisi:teologia-Nuovo testamento-Vecchio testamento-Patristica-Pastorale-Omelie e Conferenze-Mariologia-Storia-Storia della Chiesa- Agiografia-Letteratura Italiana e Latina- Scienze- Stori delle religioni-Diritto canonico-Giurisprudenza-Politica- Tra questi volumi un posto di rilievo viene occupato dal Ferraris presente con sei edizioni della sua Biblioteca, molti Codici, antifonari, psalterium e cerimoniali-
 
Sezione Corrente è costituita da fondi di interesse locale, storico ed artistico. Tra Fondi meritano, in particolare la nostra considerazione, molto richiesti dagli specialisti: Numismatica[1]- Musica[2]-Giurisprudenza [3]
 

 
   
 
[1] Con la donazione da parte dell’Avv. Annibale Brancia di Nicotera, di un Monetiere che va dai Greci ai giorni nostri, composto da circablillecinquecento pezzi che rappresentano tutte le epoche e tutte le dominazioni compresa la Serie dei Papi da Papa Paolo VI a Papa Giovanni paolo II è stata donata anche una importante raccolta di libri di Numismatica, per cui si ha la possibilità oltre alla visione delle monete di approfondire le ricerche.
 
 
 
[2] La sezione musicale è molto consistente e pregevole; l’intero materiale è stato inventariato da padre Baroffio che lo ha definito molto pregevole.Esso è formato oltre che da codici musicali, antifonari e psalteri interamente restaurati ma anche da pergamene in canto gregoriano  tra cui una del sec. XIII. Recentemente il Fondo si è arricchito dalla donazione di un consistente fondo del sacerdote Giosuè Macrì che lo aveva donato alla Casa di Carità di don Francesco Mottolo, Servo di Dio, e da  questa donato alla Biblioteca su intervento del vescovo Cortese . In questo Fondo c’èmdi tutto comprese molte partiture e molti manoscritti musicali del Macrì.
 
 
 
[3] Il Fondo Giurisprudenza ,si è formato grazie a diverse donazioni per cui è molto consistente e variegato in quanto costituito da fondi antichi ed anche recenti compresa la Raccolta di tutte le le leggi del regno d’Italia, dello Stato Italiano, del regno di Napoli, donati dall’Avv. Annibale Brancia, dal Giudice Vincenzo De Bella e dall’Avv. Lillo Naso.
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu